Il fioraio, Raimondo

Mi piace il concetto di lentezza, anche perché ho una certa età, ed ho sempre lavorato da mattina a sera con un ritmo da orologio poiché penso che saper costruire qualcosa con costanza sia importante. Le pause sono corrette, è giusto riposare un giorno o due la settimana. Il problema è che ci siamo abituati a essere interrotti da spot pubblicitari per, poi, perdere continuamente il filo. Il respiro dovrebbe essere lungo per non essere in affanno e, poi, farneticare. Dovremmo trovare il tempo di conoscere noi stessi, di spiegarci, di fraternizzare con gli altri. Eppure, Milano mi piace. E’ sempre stata una bellissima città, costantemente in movimento. Forse si è lasciata trascinare troppo dal capitale, dimenticando la profonda nobiltà del lavoro, quello degli artigiani, quello delle grandi aziende italiane che rispettavamo. Andrebbe dato spazio a coloro che sanno, a maestri che sappiano insegnarci a vivere, a chi sa fare il bello, al dialogo, al rapporto umano. Rimanere un individuo, per me è sempre stato più importante che conseguire la ricchezza. Ognuno è nato per seminare spontaneamente quello che può. Sapevo assemblare fiori e ho sostituito bouquet monocordi con mazzi campestri. Sono diventati opere d’arte (ndr). Un fiore è un omaggio. L’antitesi del consumismo: è effimero, ma può togliere la tristezza. Anche essere autori del nulla, comunque, può essere un pregio, se significa limitare i danni. Ci stiamo avvicinando all’EXPO sciupando materia prima senza pensare alle conseguenze. Costruiamo grattacieli quando dovremmo insegnare a coltivare la terra. C’è troppo asfalto. Non abbiamo bisogno di grandi architetti stranieri. Anzi, bloccherei le costruzioni. Dovremmo semplificare, usare quello che abbiamo. Meno macchine, più bici. Percorrere lunghi tratti a piedi per tornare a guardare, risvegliando sensi sopiti. Penso che il buon esempio possa liberare anche gli altri. Speriamo, Monsieur. Chapeau.

Advertisements

One comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: