Altro che trash, arte

This slideshow requires JavaScript.

Un, due, tre, intervista. Era da giorni che mi perdevo affascinata tra le foto di Riciclarte, una pagina Facebook che eroga costantemente immagini splendide. Oggetti fatti con altri oggetti. Riciclati, rigenerati, riutilizzati. Scegliete pure la definizione che più vi aggrada. Mi chiedevo, tra me e me, come facessero ad aver raccolto un numero così alto di lavori che definirei poetici, nella loro povera semplicità. Alla fine, non ho resistito e li ho contattati. Meritano. Una mail all’indirizzo proposto nella sezione About e, zac, mezz’ora dopo stavo chiacchierando su Skype con Michele di Bologna. Or dunque. Sono pubblicitari, ohibò – ex colleghi!, e hanno aperto questo Sito più di 10 anni fa con l’obiettivo di costruire uno spazio virtuale dove artisti di varia estrazione potessero esporre le loro opere. Unica condizione: produrli con materiali di scarto. Non esiste censura: se vi sentite pronti a proporre, mandate le vostre foto ed entrerete a far parte degli artigiani del rifiuto. Lo trovo davvero romantico: suppellettili ormai inutili, vecchie chincaglierie abbandonate, residui di produzione vengono rimessi in circolo per diventare opere d’arte oppure rinascere a nuova vita con una funzione diversa. Nulla, in sostanza, grazie a questa specie di rigattieri viene davvero espulso o muore per sempre, precisamente come avviene in natura. E così resti silenziosi prima comprati, poi amati e quindi abbandonati, testimoni del passaggio di qualcuno, trovano nuove mani pronte a raccoglierli, recuperarli, valorizzarli. Lo trovo commovente, oltre che nella maggior parte dei casi esteticamente interessante. A oggi, questa realtà ospita più di 200 artisti da tutta Italia e costituisce la più grande community di trash art italiana, punto di riferimento per gli amanti del genere, in costante dialogo anche con l’estero. Autori noti, appassionati o improvvisati dispongono, dunque, di una vetrina dove farsi conoscere. Potete contattarli per ricevere informazioni, chiedere prezzi o anche comprare. Un blog vero e proprio nonché un negozio online per Riciclarte sono attualmente in cantiere, ma dobbiamo ancora aspettare. Il progetto, come tanti altri meritevoli, è autofinanziato e si sta attrezzando per fare il grande passo. Nel mentre, sui loro canali, oltre ai creativi rappresentati, potete godervi la dimostrazione del fatto che il ciclo di vita di un prodotto è una pura invenzione di marketing. Un buon indirizzo per chi: ama il bello, cerca ispirazione, desidera arredare con un tocco originale, coltiva in segreto il desiderio di esprimersi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: